Coronavirus, il magistrato: “Controlli e limitazioni alla privacy inaccettabili”

“Vietare gli assembramenti non può includere il divieto di andare a trovare un amico, di uscire a fare una passeggiata con la fidanzata o coniuge alla distanza che si ritiene opportuna. Ci viene vietato di vivere una vita di relazioni, con un controllo sulla privacy individuale inaccettabile”. Continua a leggere “Coronavirus, il magistrato: “Controlli e limitazioni alla privacy inaccettabili””

Blog su WordPress.com.

Su ↑