Lithium 48, lo sguardo di Selene Luise

di Selene Luise – Tutti hanno dei crucci con cui fare i conti, nel corso della vita. Anche io ne ho uno che mi porto dietro dall’infanzia: quello di non riuscire a capire il mondo. Ho sempre avuto la sensazione che questo pazzo mondo in cui viviamo, che negli ultimi anni ha aumentato sempre di più la velocità dei suoi ingranaggi, parlasse un linguaggio a me sconosciuto che, per qualche misterioso motivo, tutti sembravano comprendere, tranne me. Ho cercato la soluzione ai suoi enigmi nei miei studi, nelle mie letture e, da ultimo, nei miei scritti. E le ho trovate. Ne ho appreso i meccanismi come quando si impara ad usare un computer nuovo, o a guidare una macchina. Tuttavia il senso di smarrimento non è mai sparito del tutto.

Lo stesso smarrimento che ho visto in Simone, il protagonista del libro che mi accingo a recensire. Simone è un giovane musicista e blogger che, per lavoro, si trasferisce a Parigi ed è convinto di essere inseguito dalle telecamere. Il suo turbamento arriva a tal punto da condurlo a essere rinchiuso in una stanza completamente bianca, in un posto che di bianco ha persino il nome. Un bianco accecante, fatto per annientare i sensi. Assordante nonostante il fatto che sia un colore anziché un suono. E’ il più subdolo dei colori, il bianco, perché si presta alle più contraddittorie interpretazioni. Se da un lato può rappresentare la purezza, dall’altro può anche voler dire smarrimento, ansia. Qualcuno ha detto che potrebbe essere il colore del nulla.

29683290_1968646583177873_4236685084062131605_n-770x439_c (1)

Continue reading “Lithium 48, lo sguardo di Selene Luise”

Parigi tra rock e follia, appuntamento a Pescara

Doppio appuntamento per “Lithium 48″ (Aurora edizioni), un thriller fanta-psicologico a firma di Fabio Iuliano. Dopo le tappe dello scorso anno, in varie librerie del centro Italia, il volume verrà presentato per la prima volta a Pescara, nella libreria LaFeltrinelli. Un incontro, in programma venerdì 1 marzo alle 18, con la partecipazione della giornalista Ylenia Gifuni dell’attrice Barbara Bologna. 

Proprio quest’ultima, sabato 9 marzo a L’Aquila, sarà la protagonista, insieme con  Alberto Santucci, di “Ossessivamente “, un libero adattamento proprio da “Lithium 48” e da “Diario di una mente bipolare”(Pluriversum)  di  Tiziana Iemmolo. Lo spettacolo, nato da un’idea della stessa Barbara Bologna, con la regia  di Eugenio Incarnati e musica live dello stesso Fabio Iuliano, si terrà alle ore 21 a Spazio Rimediato, il teatro off in via Fontesecco, alle porte del centro storico.

Continue reading “Parigi tra rock e follia, appuntamento a Pescara”

Lithium 48, il quotidiano come Idra da combattere

Siamo a Parigi, è il 2002. New York ha da poco mostrato al mondo l’orrore delle Twin Towers quando, nella capitale francese, un uomo vive il suo terribile risveglio tra le cadaveriche mura di un ospedale psichiatrico. Perché è lì? Come ci è finito dentro? Urge, fin da subito, un compulsivo tentativo di riprendere coscienza per ricostruire un senso e una consequenzialità di eventi nascosti da 48 ore di assoluto buio mnemonico. Il momento storico non aiuta, data l’estrema fragilità di ogni convinzione umana frantumata e lanciata in pasto alle grinfie di illogicità politiche, sociali e culturali. Ed è proprio in questo inamovibile universo di smarrimento che Simone, il giovane protagonista di Lithium 48, il nuovo romanzo di Fabio Iuliano (Aurora Edizioni), si sente invadere improvvisamente da una paura del diverso mai conosciuta prima e da una strana ambiguità insita nel contatto con ogni essere vivente al di fuori del proprio vivere quotidiano. Continue reading “Lithium 48, il quotidiano come Idra da combattere”

Blog su WordPress.com.

Su ↑