“La cosa più triste nella vita è il talento sprecato. Puoi avere tutto il talento del mondo, ma se non fai la cosa giusta, non succede niente”

Una meravigliosa scena da Bronx (A Bronx Tale), film del 1993 diretto da Robert De Niro con Robert De Niro, Chazz Palminteri e Lillo Brancato.

Napoli, la ricetta della felicità

Per una vita fatta di felicità bisogna stare a Napoli, visto che nel resto d’Italia la depressione la fa da padrona. A sostenerlo è il Quotidiano Nazionale che nella sezione “La Nostra Salute” ha dedicato un intero articolo a come la depressione stia diventando sempre di più la “malattia degli italiani“. In particolare, partendo da una previsione fatta dall’Osservatorio Mondiale della Sanità, la testata spiega come l’aumento progressivo dell’uso dei psicofarmaci (Italia quarta per acquisti in Europa) sia sintomo di una grande diffusione della depressione nel Belpaese. Continua a leggere “Napoli, la ricetta della felicità”

Modella in protesta: la salute mentale non è più di moda

Ha indossato come tutte le altre la divisa bianca da ospedale psichiatrico, il simbolo scelto da Gucci per aprire una sfilata il cui messaggio voleva essere sul potere liberatorio della moda. Ma una volta conquistata la passerella, la modella e artista Ayesha Tan Jones, conosciuta come Yaya Bones, ha sollevato i palmi delle mani mostrando una scritta nera: ““Mental health is not fashion”, la salute mentale non è moda.

Continua a leggere “Modella in protesta: la salute mentale non è più di moda”

Psico-aq: ecco “Ti ascolto”, lo sportello psicologico a Collemaggio

Torna “Ti Ascolto”, lo sportello di ascolto psicologico e di accoglienza nel parco dell’ex ospedale psichiatrico di Collemaggio all’Aquila. Il servizio, pubblico, gratuito e aperto a tutti, è nato nel marzo 2018 nello spazio di Casematte e da allora ha accolto numerose persone nel medialab dello spazio sociale aquilano. Continua a leggere “Psico-aq: ecco “Ti ascolto”, lo sportello psicologico a Collemaggio”

Identificato il gene che regola la schizofrenia

Identificato un gene che agisce come un regolatore principale della schizofrenia durante lo sviluppo del cervello. La scoperta arriva da uno studio dell’Ospedale pediatrico di Filadelfia, negli Stati Uniti, ed è stata pubblicata sulla rivista scientifica Science Advances.

Questo lavoro è uno dei primi esempi riusciti di combinazione di approcci computazionali e modelli sperimentali basati su cellule staminali per districare reti di geni complessi nelle malattie psichiatriche. Secondo i ricercatori statunitensi, i risultati raggiunti possono gettare le basi per trattamenti futuri proprio per la lotta alla schizofrenia. Applicando un algoritmo sviluppato presso la Columbia University, il team di studio ha identificato il gene Tcf4 come un regolatore principale della schizofrenia durante lo sviluppo iniziale del cervello.

Secondo alcuni dati dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), sono circa 24 milioni le persone che nel mondo soffrono di questa patologia. In Italia, invece, sono 245 mila. Sempre secondo l’Oms, circa un terzo dei malati può riprendersi completamente, mentre un altro 30% deve continuare la terapia e comunque ha una riduzione della sfera sociale. Nel restante 30%, invece, la malattia diventa cronica.

Fonte: Repubblica.it

Antidepressivi: tanti li usano, pochi lo fanno bene

Nel 2018 continua a crescere il numero di dosi di farmaci antidepressivi assunti dagli italiani, con una spesa del 3,7% maggiore rispetto al 2017. Un totale di 382,1 milioni di euro spesi, di cui 199,2 milioni per antidepressivi SSRI (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) che comprendono sei molecole: fluoxetina (uno dei suoi nomi commerciali più noti è “Prozac”), sertralina, citalopram, scitalopram, fluvoxamina e paroxetina.

Lo mette in luce l’ultimo rapporto Osmed di Aifa, pubblicato a luglio 2019. In questo settore l’incidenza del consumo di farmaci a brevetto scaduto ha raggiunto nel 2018 una percentuale dell’89,2%, per la metà dovuto all’utilizzo di farmaci equivalenti.

Fonte e dati statistici sul Sole 24 ore

Continua a leggere “Antidepressivi: tanti li usano, pochi lo fanno bene”

Bari, paziente psichiatrico protagonista di violenta aggressione

L’equipaggio del 118 viene allertato dalla centrale operativa intorno alle 11. Al Centro di salute mentale di Triggiano, dove da poco è stata chiusa la Psichiatria, c’è un paziente psichiatrico in evidente stato di agitazione. Dopo un’ora dall’intervento dei soccorritori, sul posto arrivano due pattuglie della Polizia Locale.

Continua a leggere “Bari, paziente psichiatrico protagonista di violenta aggressione”

Giovane bipolare in cella perché mancano strutture sanitarie

È in cella ma dovrebbe stare in una struttura di cura visto che è affetto da bipolarismo e, secondo la relazione psichiatrica, è “inadatto al regime carcerario”. Ma i posti nelle Rems – le strutture che hanno sostituito gli ospedali psichiatrici giudiziari chiusi per legge – scarseggiano e in attesa che se ne liberi uno deve restare dietro le sbarre di Rebibbia, con il “rischio che diventi pazzo davvero”. È quanto accade a Giacomo Seydou Sy, il figlio 25enne di Loretta Rossi Stuart e nipote di Kim, l’attore protagonista del film “Romanzo criminale“. A denunciare la situazione è la madre del ragazzo: ”E’ arrivato al culmine. L’ho visto ieri, è una bomba pronta ad esplodereSe ora commette una stupidaggine si rovina la vita per sempre”, ha raccontato all’Adnkronos. Continua a leggere “Giovane bipolare in cella perché mancano strutture sanitarie”

Blog su WordPress.com.

Su ↑