Coronavirus, emergenza psicologica da Esquire.com

All’inizio la dipingevamo come una scocciatura. Con un sorriso, perfino piacevole: evviva, sto a casa, mi rilasso, mi rimpinzo di film e libri, facciamo un aperitivo in videochat, cantiamo sui balconi. Presto ci siamo accorti che stare rinchiusi per giorni, mentre fuori imperversa una strage di cui non si vede ancora la fine, non è una vacanza. Ma per molti il lockdown non è solo spiacevole o malinconico. È una bestia nera i cui morsi lasceranno ferite difficili da rimarginare. Continua a leggere “Coronavirus, emergenza psicologica da Esquire.com”

Coronavirus, psicologo: la mancanza di funerali è una bomba inesplosa

In questi giorni si parla molto delle conseguenze economiche del virus, ma non abbastanza di quelle che riguardano le persone che non hanno la possibilità di celebrare i funerali dei propri cari. La mancata elaborazione del lutto può minare l’equilibrio di una persona ed è un po’ come una bomba inesplosa, perché andandosi a combinare con altri eventi, ad esempio una separazione, la perdita del lavoro o una delusione sentimentale, prima o poi farà emergere un problema a livello psicologico”. Continua a leggere “Coronavirus, psicologo: la mancanza di funerali è una bomba inesplosa”

L’Aquila, assistenza psicologica gratuita per l’emergenza Covid 19

Si amplia l’offerta di assistenza psicologica in favore dei cittadini aquilani alle prese con l’emergenza Coronavirus. Infatti, sul numero verde 800.666.622 promosso dal Comune dell’Aquila per dare informazioni utili, nell’ambito della campagna di sensibilizzazione “Vincilvirus”, sarà attivo anche un servizio di assistenza, in collaborazione con la sezione abruzzese di ‘Psicologi per i Popoli’, associazione di volontariato professionale nell’ambito della psicologia dell’emergenza. Dopo aver composto il numero 800.666.622 sarà possibile usufruire del servizio attraverso un comando automatizzato. Continua a leggere “L’Aquila, assistenza psicologica gratuita per l’emergenza Covid 19”

Coronavirus, ecco il telefono amico: sportello di ascolto in Abruzzo

Prende il via dal pomeriggio di oggi, 19 marzo, il servizio di ascolto aperto a tutta la popolazione in risposta all’emergenza che stiamo vivendo.

Il “telefono amico” è uno spazio virtuale in cui condividere le proprie paure e imparare a governarle, uno spazio in cui gli operatori professionisti delle quattro associazioni abruzzesi proponenti (180amici L’Aquila, Percorsi L’Aquila, Tribunale per i Diritti del Malato L’Aquila e PsyPlus) mettono a disposizione il loro tempo e le loro competenze per l’ascolto e il supporto a distanza. Continua a leggere “Coronavirus, ecco il telefono amico: sportello di ascolto in Abruzzo”

“Tutto andrà bene”, l’abbraccio che mancava

“Tutto andrà bene. Così, senza nessuna ragione a sostenerlo, se non la ragione stessa. Mentre le strade si svuotano, l’angoscia ci riempie e i profeti di sventura scalzano gli arruffapopolo dai talk-show, mani anonime hanno cominciato a scrivere «Tutto andrà bene» sopra dei post-it che appiccicano sui muri, sugli alberi, sulle serrande dei negozi.
Continua a leggere ““Tutto andrà bene”, l’abbraccio che mancava”

“Volevo solo nascondermi”: ritratto di Ligabue, il pittore naif

“Volevo solo nascondermi” di Giorgio Diritti, reduce dall’Orso d’argento come migliore attore al suo protagonista Elio Germano, sospeso il 27 febbraio arriva in sala in questi giorni. Appare esattamente come ce lo si aspettava: un film classico, filologicamente inappuntabile e con il valore aggiunto di Germano nei panni di un Ligabue sincopato e ricco di artistici grugniti.

Non solo, da parte del regista emiliano anche una grande attenzione alla biografia del pittore, sempre alle prese con la sua follia, e poi tante rassicuranti immagini di paesaggi, natura e animali. Tra le molte difficoltà di Germano, che ha vestito i panni di Antonio Costa conosciuto come Ligabue, anche quella di confrontarsi indirettamente con la storica e indimenticabile interpretazione di Flavio Bucci, appena scomparso, che aveva interpretato nel 1977 il pittore naif in una serie tv in tre puntate a firma di Salvatore Nocita. Continua a leggere ““Volevo solo nascondermi”: ritratto di Ligabue, il pittore naif”

L’uso dei beta-bloccanti per fare a meno dei brutti ricordi

Eternal Sunshine of the Spotless Mind, il film di Michel Gondry e scritto da Charlie Kaufman, presentava al pubblico un futuro quasi distopico, in cui la scienza aveva fatto talmente tanti passi avanti da creare una procedura per cui era possibile eliminare i ricordi che  facevano soffrire.

Nella pellicola del 2004 era proprio quello che il personaggio di Jim Carrey chiedeva: che gli venissero azzerati tutti i ricordi legati alla sua dolorosa relazione sentimentale con Kate Winslet.

Lo scenario immaginato dal film potrebbe non essere più relegato alla sola sfera dell’ipotetico. Ma ha senso veramente fare a meno del dolore, anche solo nei ricordi?

Continua a leggere “L’uso dei beta-bloccanti per fare a meno dei brutti ricordi”

L’Altro di Daniele Fulvi, la visione di sé riflessa nello specchio dei tempi

di Elisa Mililli e Martina Pala – Tra le novità letterarie più interessanti di questi primi mesi del 2020, va indubbiamente annoverato L’Altro, romanzo d’esordio di Daniele Fulvi, giovane filosofo e autore aquilano. Edito da Scatole Parlanti, L’Altro è un romanzo di formazione dalle forti tinte psicologiche, la cui lettura richiama immediatamente la psicanalisi di Lacan, senza tuttavia risultare pedante o troppo impegnativo.

Il protagonista, Damocle, è un bambino incuriosito dall’apertura di porte e finestre all’interno della casa, quasi come se già dalla più tenera età scorgesse una realtà metafisica, che poi si concretizza nella visione dell’Altro riflessa allo specchio.

Continua a leggere “L’Altro di Daniele Fulvi, la visione di sé riflessa nello specchio dei tempi”

Blog su WordPress.com.

Su ↑